Print Friendly, PDF & Email

Con l’estate del 2021 determinata a essere l’estate più calda mai registrata, i veterinari di Thrive Pet Healthcare avvertono i proprietari di animali domestici dei pericoli associati all’aumento temperature durante i mesi estivi e come prevenire malattie e catastrofi dovute al caldo.

Secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration, l’estate del 2021 è testa a testa con l’estate del Dust Bowl degli anni 30 per la più calda mai registrata, lasciando molti esperti veterinari preoccupati per le malattie e le tragedie legate al calore tra gli animali domestici nel 2022.

“Sebbene il clima più caldo ci motiva a uscire ed essere più attivi con i nostri animali domestici, potrebbe essere un disastro in attesa di accadere per i proprietari di animali domestici ignari dei segnali di pericolo delle malattie legate al calore”, ha affermato Anthony Coronado, Direttore nazionale dei servizi di emergenza di Thrive, DVM. “Poiché gran parte del paese sperimenta temperature più calde rispetto agli anni precedenti, chi ha animali domestici dovrebbe essere consapevole degli effetti dannosi – e talvolta mortali – che il calore può avere sui nostri amici a quattro zampe”.

Ogni cane o gatto, indipendentemente dalla forma fisica, dall’età, dalla taglia o dalla razza, può soffrire di malattie o morte dovute al caldo. Con l’aumento delle temperature, i fornitori di cure veterinarie di Thrive esortano i proprietari di animali domestici a seguire questi suggerimenti per la sicurezza dei loro animali domestici: Non lasciare mai gli animali domestici in un veicolo caldo o in uno spazio chiuso simile; Consentire sempre all’animale domestico di accedere all’ombra e all’acqua potabile fresca; Quando si è fuori per una passeggiata, fare attenzione all’esposizione prolungata a superfici calde che possono danneggiare le zampe o la pelle dell’animale domestico, come cemento e asfalto; Non guidare con l’animale domestico nel letto di un camion o con la testa fuori dal finestrino; Conoscere i limiti dell’animale domestico quando si pratica un’attività fisica all’aperto prolungata; Assicurarsi che l’animale domestico sia protetto da pulci, zecche, zanzare e parassiti, che sono più comuni durante i mesi estivi.

Le normali temperature corporee per i cani variano tra 100 e 102,5 gradi Fahrenheit, mentre le temperature corporee dei gatti sono in media tra 99,5 e 102,5 gradi Fahrenheit. I proprietari di animali domestici dovrebbero prestare attenzione ai segni di colpo di calore che includono, ma non sono limitati a: Vomito, Disorientamento, Collasso, Ansimare eccessivamente e/o respiro affannoso/ritardo durante una passeggiata, Sete eccessiva, Debolezza e/o affaticamento, Saliva ispessita, Gengive rosso mattone o pallide.

Se l’animale domestico mostra uno di questi segni, cercare di aiutare ad abbassare la temperatura corporea spostandolo in un ambiente più fresco, fornendo acqua potabile fresca e cercando immediatamente cure veterinarie di emergenza. Se l’assistenza veterinaria professionale non è immediatamente disponibile, utilizzare ventilatori e aria condizionata e posizionare sull’animale asciugamani da freschi a tiepidi, ma non da freddi a ghiacciati, imbevuti d’acqua. Non posizionare l’animale in una vasca ghiacciata, poiché un raffreddamento troppo rapido può causare la contrazione dei vasi sanguigni nel corpo di un animale e ridurre il flusso sanguigno, rendendo molto più difficile il raffreddamento dell’animale e causando ulteriori complicazioni che ostacoleranno significativamente il recupero.

È importante ricordare che anche se surriscaldati, gli animali domestici a volte continuano a sforzarsi per compiacere i loro proprietari. Anche se l’animale domestico sembra essersi ripreso, continuare a cercare assistenza veterinaria il prima possibile, poiché le conseguenze significative che possono verificarsi dal colpo di calore negli animali domestici potrebbero non essere ovvie.

Share Button