No Banner to display

Print Friendly, PDF & Email

Sabato 1° maggio parte da Villa Pamphili, ingresso Porta San Pancrazio lato parcheggio, il tour organizzato da LAV, che da maggio a ottobre sarà impegnata nella capitale nel raccogliere cibo e farmaci veterinari da banco per aiutare tanti animali che vivono in famiglie socialmente fragili e gatti liberi sul territorio.

L’iniziativa si propone inoltre di chiedere al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, e alla futura Sindaca o Sindaco di Roma, la previsione di un Animal Social Bonus in cibo e cure veterinarie per l’emergenza Covid-19, nella forma “una tantum” per le persone in difficoltà economica a causa della pandemia che vivono con un cane o un gatto, e in forma annuale per le persone in stato permanente di indigenza, che ne hanno accolti nella loro famiglia.

Tra le richieste avanzate dalla LAV, anche l’introduzione di una Quattrozampe Social Card per l’adozione di un animale da un canile o gattile, da spendere per l’alimentazione dell’animale e per le cure veterinarie.

L’Associazione sarà presente sabato 1° maggio dalle ore 9.00 alle ore 18.00 a Villa Pamphili per raccogliere cibo e farmaci da banco per cani e gatti. I cittadini, oltre a portare alimenti e farmaci da banco da donare, potranno firmare la petizione per chiedere al Governo e al Parlamento l’abbassamento dell’IVA su cibo e prestazioni veterinarie e l’aumento della quota di detrazione dalla denuncia dei redditi per le cure veterinarie.

Si tratta di una campagna che LAV sta portando avanti da anni e che ha dato i suoi primi positivi risultati con il riconoscimento della possibilità per il medico veterinario di prescrivere il farmaco umano che contenga lo stesso principio attivo di quello veterinario, e con l’aumento, seppur minimo, per il secondo anno consecutivo, della detrazione fiscale per le cure veterinarie.

“L’emergenza Covid ha aggravato i problemi economici di molte persone e famiglie, anche di quelle che vivono con animali. A farne le spese sono sempre i più deboli, che rischiano di non aver più assicurati cibo e cure.

LAV a partire dall’inizio della pandemia ha attivato un Fondo di Emergenza per le sue Sedi locali che nel 2020 ha permesso di distribuire 35mila pasti ad animali bisognosi, un impegno che prosegue nel 2021 anche grazie alle donazioni ricevute con l’SMS solidale dello scorso anno che ci stanno permettendo di aiutare tanti altri animali” – dichiara Ilaria Innocenti, responsabile LAV area Animali Familiari.

“Nonostante l’enorme impegno messo in campo, il nostro aiuto non basta e non può bastare: sono necessarie misure di supporto in grado di raggiungere tutti gli animali in stato di necessità – aggiunge David Nicoli, responsabile della Sede LAV di Roma – per questi motivi invitiamo tutti a venire a trovarci ai vari appuntamenti romani, e a firmare la nostra petizione per aiutare gli animali che vivono con persone in difficoltà economica e per ottenere un fisco non più nemico degli animali, che certamente agevolerebbe l’accudimento e la cura e favorirebbe le adozioni.”

Nel corso della giornata del 1° maggio, dalle ore 11 alle ore 12 a Villa Pamphili Gianluca Felicetti, Presidente LAV e Ilaria Innocenti, responsabile LAV Animali Familiari, parleranno della grande e importante novità introdotta con la possibilità di prescrivere il farmaco umano equivalente per uso veterinario, e dalle ore 16 alle ore 17 l’Ufficio legale LAV risponderà alle domande dei cittadini.

Nel corso delle giornate LAV offrirà anche consulenze legali sul tema della convivenza con cani e gatti e consulenze cinofile sulla corretta gestione della relazione con il cane.

Share Button

No Banner to display