No Banner to display

Print Friendly, PDF & Email

Il Festivalmeteorologia a Rovereto sarà un luogo privilegiato per osservare i grandi temi di attualità quotidiana sul cambiamento climatico, sull’allarme meteo sempre più diffuso e sul riscaldamento globale del pianeta, mediandoli con uno sguardo tecnico e d’assoluta avanguardia sull’evoluzione tecnologica che la meteorologia sta compiendo grazie alla conoscenza degli esperti.La quinta edizione è stata presentata nella sala consiliare di Palazzo Pretorio a Rovereto. Sono intervenuti il sindaco di Rovereto Francesco Valduga, il rettore dell’Università di Trento Paolo Collini, il curatore scientifico del Festival Dino Zardi, Monica Carotta direttrice Area Attrazione e Location Management Trentino Sviluppo e Silvia Testi di Activart, la società che cura l’organizzazione del Festival2019.
Francesco Valduga ha espresso la soddisfazione della città: «Per noi importante perché ci permette di consolidare il rapporto con l’Università. Pochi giorni fa eravamo qui a riconfermare la convenzione che disciplina tutti i servizi e la presenza dell’Università a Rovereto. Questo festival è un’ulteriore conferma di questa collaborazione e una grande occasione di riflessione sul “tema dei temi” in un tempo in cui ci si rende conto di quanto importante sia la capacità di capire e la necessità di fare prevenzione, cura, manutenzione e protezione vera del territorio. Occorre infatti agire prima della catastrofe e il festival sviluppa quest’anno un interessante focus sull’agricoltura. Questo territorio ha una vocazione agricola e il rapporto tra meteorologia ed agricoltura è importante. Con piacere quest’anno il festival torna anche ad attraversare fisicamente la città dando la possibilità a chi vi parteciperà di vedere le sue bellezze».
Il rettore Paolo Collini ha osservato: «Il Festival ci consente di mettere a servizio la nostra capacità di ricerca con la trasmissione della conoscenza, dentro un evento popolare per approfondire un argomento molto sentito. Questo è un tema che più di altri è al centro di attenzione ed è inoltre di grande attualità. È importante conoscere per essere cittadini consapevoli. La crescita culturale delle persone avviene anche tramite iniziative come queste. Inoltre ci sono collegamenti evidenti con temi della nostra realtà economica, come ad esempio l’agricoltura. Rovereto come sede del Festival si è dimostrata capace di accogliere un’iniziativa peculiare come questa e di farla crescere».
Il Festival, che si terrà da venerdì 15 a domenica 17 novembre, è un’iniziativa promossa da Aisam, Comune di Rovereto, Università di Trento, Fondazione Museo Civico di Rovereto e Trentino Sviluppo. La cerimonia di inaugurazione sarà venerdì 15 novembre alle 14.30 nella sala conferenze del Mart.

Share Button